Rimborso "automatico" senza assemblea per danni da fognatura

La domanda del condomino di risarcimento dei danni per il cattivo funzionamento di un impianto comune (nella specie: condotta delle acque luride), derivando dal pregiudizio effettivamente subito per il fatto del terzo (il condominio rispetto ad esso condomino) e tendendo alla ricostituzione dell'integritÓ patrimoniale del detto soggetto leso dal difetto del bene comune, non postula, per la sua procedibilitÓ, la previa richiesta all'amministratore, nÚ la necessitÓ di istanza o convocazione dell'assemblea condominiale.
Cass. civ., sez. II, 19 giugno 1984, n. 3629,

Home page